Stop per sempre al Bonus trasporti, fondi già esauriti dopo 1 ora e 45 minuti

Stop al Bonus trasporti, che era appena stato riattivato. Il click day in programma per oggi, venerdì 1 dicembre a partire dalle 8, ha visto esaurire i fondi a disposizione in appena 1 ora e 45 minuti. I fortunati che sono riusciti nell’impresa di collegarsi alla piattaforma online e inoltrare la domanda riceveranno quindi il voucher, tutti gli altri purtroppo restano esclusi. E, altra brutta notizia, l’agevolazione non verrà riconfermata per il 2024, a meno di inattesi cambi di scena da parte del governo Meloni.

Il Bonus trasporti è una misura di sostegno che era stata inizialmente introdotta dal governo Draghi nel 2022 con il decreto Aiuti, poi riproposta a gennaio dal governo Meloni per fronteggiare l’aumento del prezzo dei carburanti come conseguenza della guerra in Ucraina. I quasi 100 milioni di euro messi sul tavolo si erano esauriti già ad agosto, 5 mesi dopo la partenza. Un primo click day il 1° settembre legato alle risorse residue generate dal mancato utilizzo dei bonus prenotati ad agosto si era chiuso in appena un’ora.

Ma cos’è esattamente il Bonus trasporti? Una domanda che spesso ci fate è se riguardi anche gli automobilisti. La risposta è no. Il Bonus trasporti è (stata) un’agevolazione per l’acquisto di un abbonamento annuale, mensile o relativo a più mesi, ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale, interregionale o ferroviario nazionale, pensata sia per aiutare le persone che per favorire l’uso di mezzi pubblici.

Un aiuto che può arrivare fino a un massimo di 60 euro, a seconda di quanto si spende per l’abbonamento ai mezzi pubblici o treni che si intende acquistare. Unico requisito per poterlo richiedere è che bisogna aver avuto un reddito non superiore a 20mila euro nel 2022.

Si può chiedere per se stessi o per un beneficiario minorenne a carico, un figlio ad esempio. E’ nominativo e utilizzabile per l’acquisto di un solo abbonamento annuale o mensile durante il mese in corso.

La buona notizia è che il Bonus può essere richiesto anche da chi abbia già una qualche forma di agevolazione sull’abbonamento: il voucher infatti è cumulabile con altre agevolazioni tariffarie.

La domanda va fatta sulla piattaforma web appositamente creata, disponibile all’indirizzo bonustrasporti.lavoro.gov.it. Per accedere è necessario avere lo SPID di 2° livello o la CIE-Carta di Identità Elettronica. Attenzione perché non è prevista nessuna altra forma di accesso alla piattaforma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×