Modello 730 precompilato, il calendario da seguire per la dichiarazione dei redditi 2024

Sebbene l’inizio della stagione per la dichiarazione dei redditi coincida con la disponibilità del modello 730/2024 precompilato, essa effettivamente ha inizio con la consegna della Certificazione Unica da parte del datore di lavoro sia al dipendente che all’Agenzia delle Entrate.

Nell’anno in corso, i modelli precompilati 730 e Redditi PF verranno resi disponibili dall’Agenzia delle Entrate a partire dal 30 aprile. Le scadenze per la dichiarazione nel 2024 sono previste per aprile, maggio, giugno, settembre, ottobre e novembre. Il modello 730 precompilato sarà accessibile online tramite l’Agenzia delle Entrate a partire dal 30 aprile 2024, tuttavia sarà possibile soltanto la visualizzazione. Eventuali modifiche e integrazioni ai dati potranno essere effettuate successivamente.

Le date più importanti

La prima data significativa è il 16 marzo, termine ultimo entro il quale i datori di lavoro devono consegnare ai dipendenti o ai collaboratori la certificazione unica 2024. Entro la medesima data, la certificazione deve essere trasmessa anche all’Agenzia delle Entrate per consentire la predisposizione dei modelli precompilati.

Sarà possibile accedere al proprio modello 730 e visualizzarlo dalla propria area personale a partire dal 30 aprile 2024. A partire dall’11 maggio sarà consentito apportare modifiche ai dati precaricati dall’Agenzia delle Entrate. Nella medesima data sarà altresì possibile inviare la propria dichiarazione alle Entrate, sia apportando modifiche che accettandola senza apportare alcuna modifica.

Per coloro che non hanno un sostituto di imposta o che desiderano pagare le tasse tramite F24 (per evitarne il prelievo dalla busta paga), il termine ultimo per effettuare il versamento senza incorrere in sanzioni è fissato al 30 giugno 2024, sia per l’intero importo che per la prima rata (con la possibilità di rateizzare i pagamenti). Nel caso di eventuali errori, sarà possibile annullare il modello 730 trasmesso entro e non oltre il 20 giugno. Infine, la scadenza per trasmettere alla stessa Agenzia delle Entrate il proprio modello 730 (sia esso ordinario o precompilato) è stabilita per il 30 settembre 2024.

Cosa tenere a mentre per la dichiarazione dei redditi

Nonostante la data di invio del modello Redditi fosse stata unificata con quella del modello 730 al 30 settembre, per il solo anno 2024 è stata prevista una proroga al 15 ottobre. Questa proroga è stata stabilita al fine di unificare la data di presentazione della dichiarazione dei redditi con quella relativa all’adesione al concordato preventivo biennale per le partite Iva. Pertanto, il 15 ottobre rappresenta l’ultima data di scadenza per la presentazione della dichiarazione dei redditi 2024. Questo significa che anche coloro che non sono riusciti a presentare il modello 730 entro il 30 settembre possono presentare la dichiarazione utilizzando il modello Redditi entro il 15 ottobre.

Un’altra data importante da evidenziare sul calendario è il 25 ottobre, che costituisce l’ultima data per l’invio del modello 730 integrativo. Questo permette di correggere eventuali errori o omissioni presenti nella dichiarazione già trasmessa.

Il calendario della dichiarazione dei redditi

È molto utile tenere presente il calendario completo delle scadenze relative alla stagione dichiarativa del 2024:

Entro il 16 marzo: invio della Certificazione Unica;
Dal 30 aprile: messa a disposizione della sola visualizzazione del 730 precompilato 2024;
Dall’11 maggio: modifica e invio dei 730/2024;
Entro il 20 giugno: annullamento invio 730/2024;
Entro il 30 settembre: invio 730 precompilato e ordinario 2024;
Entro il 15 ottobre: invio del Modello Redditi;
Entro il 25 ottobre: invio del 730 integrativo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

×